Il dentifricio

Come deve essere il dentifricio, il miglior dentifricio tra i vari tipi antitartaro sbiancante e al fluoro

Per una buona igiene orale fondamentale è il dentifricio, infatti questo  completa l’effetto meccanico svolto dallo spazzolino che ha il compito di eliminare la placca, i residui di cibo e altri materiali che si possono depositare come i muchi , ecc.

Il secondo compito fondamentale del dentifricio è quello di lasciare in bocca la sensazione di freschezza, di pulizia e dovrebbe anche per ultimo profumare l’alito. ( Vediamo anche rimedi alitosi )

tipi di dentifricio

Il dentifricio deve inoltre  essere buono di gusto e sopratutto non recare danni né nel cavo orale né nel nostro organismo dato che viene assorbito dalle nostre mucose orali e se si ingerisce per sbaglio viene assorbito anche dalle nostre mucose digestive (mucose gastriche).

Come scegliere il miglior dentifricio tra i vari tipi in commercio

dentifricio al fluoroE’ veramente difficile scegliere il dentifricio giusto e più adatto alla nostra bocca e ai nostri denti. La caratteristica fondamentale e principale che deve possedere un dentifricio è che deve essere al FLUORO, questo riduce le carie, rafforzando lo smalto dei denti e naturalmente li protegge dalle produzioni acide espletate dai batteri, il fluoro evita anche che i batteri arrivino ad aderire e attaccarsi ai denti.

In commercio  ci sono diversi tipi di dentifrici, come per esempio quelli  per i fumatori,  che aiutano a rimuovere le macchie di tabacco, sono prodotti abrasivi quindi strofinando tolgono le macchie ma allo stesso tempo con lo sfregamento rovinano lo smalto, ci sono anche  quelli concepiti per denti e gengive sensibili, non molto gradevoli nel sapore ma efficaci, ma sicuramente non miracolosi perché bisogna comunque farsi controllare regolarmente dal dentista anche per questo tipo di problema.

OFFERTE ONLINE !!!!!

Cosa contiene il dentifricio? 

dentifricio2Quindi un ottimo strumento usato quotidianamente per l’igiene orale è il dentifricio. Ma cosa contiene il dentifricio? Quali componenti vi sono all’interno?

Il dentifricio è il prodotto come già detto, che insieme al movimento meccanico dello spazzolino serve ad eliminare la placca, depositi e residui di cibo, quindi per l’igiene della bocca e dei denti.

Generalmente un dentifricio di uso quotidiano contiene il carbonato di calcio precipitato che è un abrasivo, oppure il metafosfato di sodio o fosfato di calcio.  Poi vi sono agenti leganti come polimeri carbossivinilici o le resine di poliossietilene. Ancora poi vi sono gli agenti schiumogeni che lasciano il sapore fresco in bocca.

Questi sono i dentifrici di uso frequente, ci sono poi i dentifrici terapeutici, che devono essere usati solo in determinati periodi e non sono per l’uso quotidiano. In base al tipo di problema si usano questi dentifrici, che  sono per esempio quelli per prevenire la carie, quelli per i denti sensibili, quelli al fluoro che servono per aumentare la resistenza del dente.

I dentifrici al fluoro sono ottimi per i bambini infatti diminuiscono notevolmente la comparsa di carie se vengono usati quotidianamente. Raccomandiamo di pulire i denti dopo ogni pasto, se pensate che vi serva un dentifricio terapeutico fatevelo consigliare o prescrivere dal vostro dentista di fiducia.

Vediamo anche

Lascia un commento