Cause di una pustola bolla o brufolo sulla gengiva

DI seguito illustreremo un’esperienza di un nostro lettore, il presente articolo è scritto in termini non medici , cosi’ come inviato dal lettore, non ha nessuna valenza medica, pertanto per qualsiasi informazione al riguardo occorre rivolgersi al proprio odontoiatra di fiducia.   Cause di una pustola bolla o brufolo sulla gengiva

” Un giorno per caso noto un rigonfiamento sulla gengiva superiore sinistra, li per li  non faccio molto caso, ma dopo qualche mese noto che questo rigonfiamento alcune volte aumentava ed altre diminuiva, facendo uscire del sangue e del pus.

Quindi preoccupato mi reco dal dentista che con mio stupore, dopo una visita ricollega la  pustola ad un dente devitalizzato infiammato.

Quindi a questo dente si era staccata l’otturazione,Disinfettazione di gengiva infettata lasciandolo scoperto, dando vita ad un’infiammazione che a sua volta aveva provocato la pustola sopra le gengive del medesimo dente.

Il trattamento è cosi’  costituito, il dentista mette l’otturazione provvisoria con sotto un disinfettante. Questo procedimento sarà ripetuto 2 — 3 volte fino ad infezione scomparsa, dopodiche il dentista provvederà ad otturare il dente in modo permanente. La pustola cosi’ è scomparsa,  il dente è stato otturato e non ho nessun fastidio.

Il costo di tutto il trattamento è stato di 250 euro, quindi di varie otturazioni temporanee con relativo disinfettante e  dell’otturazione finale “.   

Questa è la testimonianza di un’esperienza fatta da un nostro lettore, se volete contribuire con le vostre esperienze andate dal link in alto nella pagina contatti ed inviateci la vostra esperienza, questa servirà a chiarire molti dubbi di molte persone.

Disinfettazione di gengiva infettata causa rottura di un dente

Altra esperienza del lettore: Di seguito descrivero’ la mia esperienza di un trattamento disinfettante di una gengiva in seguito la ricostruzione di un dente rotto dopo la devitalizzazione. Allora tutto è cominciato quando mi è caduta l’otturazione di un dente che in passato fù devitalizzato e poi quindi otturato.

Disinfettazione di gengiva infettata causa rottura di un dente

Per mancanza di tempo non mi recai dal dentista per rifarlo otturare e siccome era stato devitalizzato non avvertivo nessun tipo di dolore. In seguito pero’ ho notato che le gengive sanguinavano e iniziavano a ritraersi, oltre a questo il dente si stava sempre di più frammentando.

Quindi mi recai dal dentista che dopo una visita capi che vi era in atto un’infezione delle gengive causata probabilmente dal dente rotto. Quindi per alcune sedute il dentista mi ha inserito un’otturazione temporanea con all’interno del disinfettante al fluoro, questo è accaduto per circa 3 – 4 seduta , con una tempo tra una seduta e l’altra di circa 20 – 25 giorni. Dopodichè ad infezione passata il dentista ha proceduta alla ricostruzione del dente .

Il mio consiglio da semplice lettore del sito è quello di non trascurare mai i problemi dentali, per esempio nel mio caso nel momento in cui è caduta l’otturazione sarebbe bastato recarsi dal dentista che avrebbe rimesso l’otturazione e tutto sarebbe finiti li….  Placca dentale e gengivite

Invece per una mia trascuratezza ho dovuto andare diverse volte per l’infezione , quindi mi sono sottoposto ad un trattamento più lungo e più costoso, senza parlare poi del fatto che il dente senza l’otturazione si è indebolito maggiormente.

Quindi appena avete un problema recatevi subito dal dentista , la maggio parte delle volte questo aiuta a limitare i danni e anche alcune volte a limitare la spesa. Inoltre non deve essere mai trascurata l’igiene orale che serve anche a  prevenire numerosi problemi dentali.

Placca dentale e gengivite

La placca dentale è un’insieme di germi, questa è una sostanza che si appiccica ai denti dando vita a nidi di germi. Questa deve essere rimossa altrimenti i batteri proliferano dando origine a numerose malattie dentali. Una malattia causata dalla plcca dentale o placca batterica è la gengivite.

Il sintomo principale della gengivite è il sanquinamento delle gengive. Altri sintomi sono gonfiore, arrossamento delle gengive, aumento della sensibilità, dolore all’atto della masticazione. La gengivite è una malattia infiammatoria  a carico dei tessuti gengivali, per curarla occorre rimuovere di placca e tartaro.

Le gengive sane sono  di colorito rosa e una consistenza dura. Per prevenire la gengivite occorre avere una buona igiene orale, fare visite di controllo dal dentista e farsi rimuovere la placca o il tartaro quando è necessario.

Inoltre è importante fare una buona alimentazione, mangiare molti agrumi , quindi molti  ricchi di vitamina C, e di minerali. La gengivite è una malattia che colpisce il parodonto, un’altra malattia del parodonto è la  parodontite.

You must be logged in to post a comment