Dente devitalizzato

Cosa significa quando un dente è devitalizzato?

La domanda del titolo è una domanda molto comune, infatti si fa molto confusione su cosa sono i denti devitalizzati. Un dente devitalizzato è un dente che gli è stata asportata la polpa , quest’operazione viene eseguita dai dentisti abilitati.   Cosa significa quando un dente è devitalizzato

La devitalizzazione viene chiamata anche trattamento canalare e serve appunto per salvare un dente quando fa male perchè compromesso seriamente dalla carie. Diciamo che questo trattamento serve a salvare il dente, altrimenti dovrebbe essere estratto.

Può essere necessario devitalizzare un dente anche quando vi è un’infiammazione molto estesa della polpa o altre infiammazioni più importanti. Generalmente per devitalizzare un dente basta una seduta anche se possono essere necessarie più sedute.

devitalizzazione appena effettuata

Questo trattamento generalmente viene eseguito in anestesia locale, questo trattamento non è molto doloroso, generalmente basta un’antinfiammatorio dopo. Per alcuni giorni si può avvertire sensibilità e un po’ di fastidio. Raccomandiamo di non trascurare nessun problema dentale e di recarsi  quanto  prima dal dentista se avvertiamo dolore o fastidi ai denti.

Ricordiamo inoltre di tenere sempre sotto controllo eventuali carie o eventuali denti devitalizzati, questi sono molto più deboli dei denti normali e possono rompersi facilmente. Ancora fate molta attenzione all’igiene dei denti.

OFFERTE ONLINE !!!

Devitalizzazione del Dente e ritrattamento canalare

Quando i denti sono molto rovinati o hanno subito un danno, o sono infetti da una carie che ha corroso la superficie, ecc, quando tutti questi problemi danneggiano il dente in maniera irreversibile si procede con la devitalizzazione. Attraverso la devitalizzazione avviene la rimozione del tessuto pulpare del dente. Vengono rimossi anche tutti i residui batterici dall’interno del canale, in seguito il canale viene riempito e sigillato.

Quindi la devitalizzazione chiamata anche terapia canalare avviene in questo modo:  viene rimosso il tessuto pulpare infetto, vi è  poi la detersione e sterilizzazione canalare per evitare il diffondersi di batteri e tossine, il canale viene poi otturato con un materiale inerte, biocompatibile  e termoplastico condensato con varie tecniche.

L’anestesia  locale permette di non sentire alcun dolore, alcune volte solo fastidio, dopo alcune ore però si può avere male alla gengiva e dolore generale,  ma non al dente che ormai è devitalizzato. La cura canalare o devitalizzazione può essere lunga soprattutto per i molari, poichè necessita di una o più sedute a seconda dei casi.

Malformazioni dentarie diagnosi e panoramica dentaleÈ necessario devitalizzare un dente quando la polpa,  il tessuto molle all’interno della camera pulpare, si infiamma o si infetta, bisogna fare attenzione quindi a sintomi quali l’intenso dolore provocato dal processo infettivo della polpa, sensibilità masticatoria e  sensibilità al caldo  e al freddo.

La cura canalare di un dente già devitalizzato prende il nome di ritrattamento endodontico o ritrattamento canalare, questo può avvenire quando si verica una non completa eliminazione della componente batterica dal sistema dei canali radicolari. Il ritrattamento di canali già trattati è competenza dell’endodontista che valuterà attraverso degli esami accurati come procedere per ritrattare il dente. Anche sè il dente è stato in precedenza devitalizzato può causare dolore.

OFFERTE ONLINE !!!

Fresa Dentale e Strumenti dei dentisti

Che paura quando dobbiamo recarci dal dentista , magari abbiamo solo un dolore lieve o abbiamo semplicemente bisogno di un’otturazione ma che paura tutti qui strumenti che il dentista usa..ecco allora che noi di Dentinnovation cerchiamo di chiarirvi le idee perche’ molte volte conoscere toglie un pò di paura.   

Partiamo dalla fresa dentale che non è la fresa impiegata nell’industria ma è un piccolo strumento costituito da un manipolo di solito con le punte itercambiabili serve per lavori di precisione, servono per vari trattamenti come togliere la carie, scavare il dente, lucidare, ecc.

Un altro strumento usato dai dentisti è la sonda parodontale costituita da  manico che termina in un’astina graduata, usata per verificare la profondità delle tasche gengivali ed altri problemi relativi ai denti. Vi sono poi le classiche leve,le  pinze da estrazione e le pinze chirurgiche.

Quando andiamo dal dentista lo strumento  che viene generalmente usato sempre è l’aspirasaliva che è costituito da un’anistecellain gomma intercambiabile che aspira appunto la saliva e collegata generalmente al lettino del dentista.

Come fare la pulizia dei denti a casa da soliAltri strumenti  sono  lo specchietto, lo  specillo che è uno strumento a punta, diritto o ricurvo, ancora troviamo i portaimpronte per fare il calco delle arcate dentali. Questi generalmente sono alcuni degli strumeti base dei  dentisti. Per devitalizzare i denti si usano file manuali ossia delle piccole lime che servono per pulire il dente, i flime possono essere anche automatiche montate su trapano e frese. Questi sono solo alcuni  degli strumenti utilizzati dai dentisti.

Trattamenti Endodontici, Endodonzia e Endodontista

Tecniche per Impianto Dentale a Carico Immediato Titanio e ZirconioL’Endodonzia è la branca dell’ odontoiatria che si occupa del trattamento della polpa dentale e dei tessuti periradicolari. L’Endodontista si occupa del ritrattamento di canali, di revisionare cure dentali, ecc. Quando il dente viene trattato endodonticamente alcune volte è necessario ricostruirlo per poi ricoprirlo con dei manufatti come intarsi, corone e ponti.

Per esempio quando una carie penetra in polpa, il trattamento endodontico prevede che i canali radicolari vengano puliti dalla polpa vitale, sagomati con speciali strumenti endodontici e chiusi ermeticamente. Il trattamento endodontico prevede una terapia elettiva nelle patologie della bocca come la pulpite, granuloma, ascesso, ecc.

Lascia un commento