Idropulsore dentale

Idropulsore per la pulizia dentale e orale

Ti lavi regolarmente i denti eppure a volte non ti senti pulito al 100%? Accanto alla scelta dello spazzolino con le giuste setole, vi è sicuramente da cercare il giusto dentifricio e anche il filo interdentale, per arrivare a pulire le parti più difficili e magari rinfrescare e tutelare l’igiene orale con un buon collutorio.  Idropulsore per la pulizia dentale e orale

Da diversi anni però vi è un rimedio altrettanto efficace, da accostare all’utilizzo dello spazzolino, del filo interdentale e del collutorio, ma non in sostituzione. Stiamo parlando dell’ idropulsore: un apparecchio che con un getto d’acqua continuo permette la pulizia dei denti, in grado di rimuovere la placca ed eventuali residui di cibo tra i denti.

Anche le gengive e l’igiene orale ne traggono il massimo beneficio, poiché continuamente stimolate. Attenzione però a non focalizzarsi solo su un punto, se no si rischia di sollecitare troppo l’area esposta all’operazione di pulizia, arrecando disturbi evitabili.

Non spaventiamoci, non è una macchina killer, anzi… PerIdropulsore dentale ricaricabile o cordless trarne il vantaggio migliore vi consigliamo di non perdere le buone abitudini, ovvero, lavarsi regolarmente e accuratamente i denti con del dentifricio, passare il filo interdentale e successivamente l’idropulsore.

Se siete particolarmente sensibili e suscettibili all’utilizzo del filo poiché vi irrita eccessivamente le gengive, ricordatevi che solo usando regolarmente questo strumento le gengive si irrobustiscono e smettono di sanguinare, però se proprio volete farne a meno, tirate almeno fuori l’ idropulsore, che in parte sostituisce quest’azione.

OFFERTE ONLINE  !!!!!

Idropulsore dentale come si usa e a cosa serve 

Quando usate l’ idropulsore dovete prestare attenzione alla  temperatura dell’acqua, che consigliamo non essere troppo fredda o calda, ma mantenere una temperatura tiepida per evitare sbalzi percettibili e fastidiosi a lungo andare a denti e gengive. Se volete può essere una buona prassi caricare il serbatoio con acqua e collutorio e gioire anche della sensazione di freschezza e pulizia che vi state regalando.  Idropulsore dentale come si usa

Il prezzo dell’ idropulsore varia a seconda della presenza/assenza di variabili da tenere in considerazione al momento dell’acquisto: numero di ugelli, cordless, peso e potenza.

Il numero di ugelli che si hanno a disposizione e quelli di ricambio sono tra le prime cose da guardare. Sarebbe buona norma cambiare l’ugello almeno una volta, consigliato due, all’anno per ovvie questioni di igiene e di usura. Se ve ne sono già di default dentro la confezione d’acquisto sicuramente è un grande vantaggio, anche perché le teste mobili, sono le uniche cose che andremo a cambiare nel corso del tempo.

Idropulsore dentale ricaricabile o cordless

Scegliere un macchinario ricaricabile e cordless agevola l’utilizzo dell’apparecchio. Immaginiamo l’ugello senza fili, che ci permette una completa autonomia durante le operazioni di pulizia.

Anche il  peso gioca un ruolo fondamentale durante la scelta e l’acquisto.

Ricordiamoci che dovendolo tenere spesso in mano, la sua leggerezza ci consente di stancarci di meno e forse incentivare l’utilizzo.

Non dimentichiamoci di dare un’occhiata anche alla potenza del macchinario, perché se regolabile, ci permette di alleviare eventuali disturbi alle gengive e optare per un’opzione più massaggiante e non solo pulente.

Ma qual’è il prezzo di un idropulsore dentale? 

Diciamo che il prezzo oscilla intorno ai 100 euro ed è un vero e proprio elettrodomestico per la salute dentale, che ricalca gli apparecchi più professionali utilizzati dai dentisti nei loro studi, in grado di spruzzare non solo acqua, bensì anche aria.

Ricordiamo che l’igiene orale è fondamentale per una buona salute dei denti e per la prevenzione delle malattie del cavo orale, l’ idropulsore è un valido alleato per questo scopo.

Lascia un commento