Pulizia dei Denti come viene fatta e in cosa consiste

La pulizia dei denti è una procedura che serve a rimuovere la placca ed il tartaro che si depositano sui denti, è un trattamento diverso rispetto al lavarsi i denti quotidianamente. Anche il lavare i denti può essere intesa come una pulizia dei denti diversa però rispetto a quella eseguita dal dentista o dall’igienista dentale.Pulizia Denti come viene fatta e in cosa consiste

La pulizia dei denti professionale eseguita da professionisti viene chiamata anche ablazione del tartaro o detartrasi. Consiste in un trattamento dove si utilizza uno strumento che può essere meccanico o ad ultrasuoni con il quale viene rimosso il tartaro e la placca, è un trattamento abbastanza semplice che viene effettuato in giornata.

Ricordiamo che la placca è un accumulo di batteri, ossia una patina che si forma sui denti, di colore giallo/giallino. Chiaramente la placca si deposita maggiormente in quelle parti dove è difficile arrivare con lo spazzolino come per esempio i i denti posteriori, lungo la linea gengiva, ecc.

In altre parole la placca non è altro che un deposito che si  forma sui denti composto da saliva, placca residui di cibo e sali minerali. Quando questo si calcifica diventa placca dentale, più difficile da rimuovere, può causare problemi come gengivite, carie, alitosi.

Come fare la pulizia dei denti a casa da soli

Andare dal dentista per farsi fare una pulizia dentale professionale chiaramente ha un costo, per questo molti cercano il modo di fare la pulizia dei denti a casa da soli, in realtà pero questo trattamento non è possibile farlo da soli, prima di tutto perchè occorrono strumenti adatti, secondo poi, pur avendo gli strumenti adatti non si potrebbe arrivare da tutte le parti necessarie per un’ablazione adeguata.

Quindi non è possibile fare la pulizia dei denti a casa da soli o almeno non è possibile farla in modo corretto e bene. In ogni caso possiamo mantenere i denti puliti e limitare l’accumulo di placca e tartaro avendo una buona e corretta igiene orale. Si consiglia di usare oltre allo spazzolino e dentifricio, il filo interdentale e lo scovolino.Come fare la pulizia dei denti a casa da soli

L’uso di questi due strumenti aiuterà notevolmente ad avere i denti puliti e limiterà l’accumulo di placca e tartaro, in ogni caso si consiglia di recarsi dal dentista per la ” detartrasi o ablazione del tartaro “almeno una volta all’anno. Ricordiamo che trascurare la salute dei denti può portare ad altre malattie o problemi dentali gravi.

Come mantenere la pulizia dei denti

Come detto prima per mantenere la pulizia dei denti occorre avere una corretta igiene orale, quindi lavare i denti in modo corretto sempre dopo i pasti, utilizzare spazzolino, dentifricio, filo interdentale e scovolini. Limitare il consumo di cibi che danneggiano e macchiano i denti e favoriscono l’accumulo di tartaro, non fumare.

Cosa comporta e a cosa serve la pulizia dei denti

Semplicemente la pulizia dei denti serve a togliere il tartaro sottogengivale e quello che non è raggiungibile dallo spazzolino. Generalmente dove non si arriva con lo spazzolino il tartaro tende ad accumularsi ed a diventare placca.  In questo caso possiamo notare sui denti una patina giallastra, dando un colore più giallo ai denti.

molarePer la pulizia dei denti vengono usati degli strumenti che possono essere ad ultrasuoni o manuali. Gli strumenti ad ultrasuoni compiono delle vibrazioni velocissime attraverso le quali il tartaro viene rimosso. Gli strumenti manuali hanno delle particolari punti attraverso queste viene rimosso il tartaro e la placca.

Generalmente vengono usati entrambi. Quindi la pulizia dei denti professionale o detartraggio,  comporta la rimozione meccanica del tartaro e della placca. Questo trattamento dovrebbe essere eseguito con regolarità, per chi ha una corretta e quotidiana igiene orale una volta all’anno.

Cosa non mangiare dopo la pulizia dei denti

Innanzitutto dopo un trattamento di pulizia dentale occorre stare a digiuno e non ingerire nulla per almeno un’oretta. Dopodichè è consigliabile non mangiare tutti quei cibi che macchiano i denti come caffè, thè, ecc.sbiancamento dentale

Pulizia dei denti cosa non fare ?

Come detto prima la cosa da non fare è mangiare subito dopo la pulizia , evitare cibi che macchiano, evitare di fumare. Importantissima è l’igiene orale, quindi per mantenere più a lungo i denti puliti fate attenzione a come e quanto tempo dedicate alla pulizia quotidiana dei denti.

Ci sono molte guide online sul modo corretto di lavare i denti. Inoltre usate tutti gli strumenti disponibili come spazzolini, filo interdentale, dentifricio, collutorio, scovolini.

Cosa si intende per pulizia dei denti?

Si intende la rimozione meccanica o ad ultrasuoni degli accumuli di tartaro e placca sui denti, soprattutto sulle parti dei denti che non si possono o che si raggiungono a fatica con lo spazzolino. La pulizia dei denti serve a prevenire numerose malattie dentali come la carie, la piorrea, ecc.

Ricordiamo che le cause predispongono alla formazione di tartaro sono sono date dalla riduzione del flusso salivare e dalla secchezza della bocca. Questo disturbo prende il nome di Xerostomia.

Xerostomia cause e rimedi bocca secca ed asciutta

La Xerostomia determina un problema caratterizzato da bocca asciutta e secca. Per Xerostomia si intende la secchezza delle fauci, ossia una riduzione della secrezione salivare. Questo tipo di disturbo è più
frequente nelle persone anziane, soprattutto di donne.

Le cause di questo disturbo sono diverse, non bisogna allertarsi se la Xerostomia compare a seguito ad influenza, febbre, ecc. Una cause molto frequente di questo disturbo è l’uso di farmaci.

La Xerostomia può essere causata anche da malattie come la Sindrome dello Sjögren, una malattia autoimmune infiammatoria cronica, l’artrite reumatoide, eritematoso di lupus sistematico, la dermatosclerosi, mellito di diabete, l’ipertensione, la fibrosi cistica. Il trattamento generalmente consiste nell’ assunzione di farmaci che aiutano ad aumentare il flusso salivare.

You must be logged in to post a comment