Dentiere parziali o complete, costi e come pulirle

Le dentiere possono essere parziali o complete, la dentiera parziale sostituisce alcuni denti di un’arcata, la dentiera completa sostituisce tutti i denti di un’arcata. La dentiera parziale è costituita da una struttura che mantiene i denti artificiali, alcune volte queste strutture possono avere dei ganci.

dentiere

Le dentiere parziali vengono chiamate anche ponti mobili. La dentiera totale è sempre costituita da una struttura o piattaforma che mantiene i denti artificiali, spesso chi ha bisogno di una dentiera completa può avere all’inizio dei conati di  vomito. Via via ci si abitua alla dentiera e i conati passano

Come pulire le dentiere o protesi ai denti

pulire-dentiere

Quando si puliscono le dentiere nel lavandino bisogna prima di tutto fare attenzione a non scheggiarle.

Quando la dentiera non viene indossata va riposta in un apposito contenitore con della soluzione apposita.

La dentiera va pulita tutti i giorni usando uno spazzolino e del dentifricio poco abrasivo spazzolandola con movimenti circolari.

Quanto costa una dentiera o protesi ai denti? 

Chiaramente il costo di una dentiera è molto variabile e dipende da vari fattori, tipo se la dentiera è totale o parziale, il tipo di dentiera, ecc, ecc. comunque possiamo dire che il costo della dentiera può variare in media dai 1000 ai 3000 euro. Un alternativa alle dentiera sono gli impianti dentali.

Inpianti dentali  protesi ai denti e radici artificiali

denti-zirconioLa perdita di un dente , nel corso di una vita intera, è abbastanza frequente e può avvenire a causa di infortuni,carie o paradontiti.

In passato denti mancanti venivano rimpiazzati da ponti tradizionali o protesi rimovibili, mentre l’odontoiatria odierna permette la sostituzione permanente del dente grazie a specifici impianti dentali ricostruendo il patrimonio dentale perso.

Tramite interventi di implantologia è possibile riavere,mediante radici dentali artificiali inserite al posto di quelle perdute,il sorriso che hai sempre avuto. Durante l’intervento vengono usati solo ed esclusivamente impianti in Titanio puro o in leghe di questo metallo, ciò perchè il Titanio ha la proprietà di essere bio-compatibile cioè di esser accettato e non essere espulso dall’ organismo umano.

Quando infatti nell’ organismo è presente un corpo estraneo, si può verificare un processo di organizzazione(come nel caso del titanio) oppure una reazione immunitaria detta anche reazione di rigetto.

Il Titanio usato nell’ implantologia dentaria, non provoca reazioni da corpo estraneo, ma anzi si connette perfettamente all osso osteointegrandosi. Poichè il Titanio non è ferro magnetico (non attratto da corpi magnetizzati) i pazienti con impianti in titanio possono essere sottoposti a risonanza magnetica senza negative conseguenze.

Le radici artificiali (naturalmente di metallo inerte come il titanio che non dà reazione), se dal momento in cui sono posizionate sopra l osso,sono tenute ferme e stabili,queste riescono ad includersi perfettamente con l’osso stesso. Può capitare che il medico odontoiatra possa decidere di inserire , appena dopo aver inserito gli impianti,i nuovi denti in modo da consentire al paziente l’immediata capacità di masticazione.

Le protesi dentarie fisse consentono di poter ricostruire i denti propri mancanti o rovinati da carie o da altre infezioni , tramite capsule dette comunemente ”corone”(protesi nel caso di un singolo dente e ponte se la protesi è fissata ed appoggiata su due o piu’ denti naturali ).

La protesi mobili sono invece possibili da rimuovere al contrario della fissa che è invece cementata ai denti naturali del paziente. In generale le protesi sono rivestite esternamente da porcellana per le qualità estetiche e di durezza di questo materiale.

Dal momento in cui sono state inserite le protesi dentarie fisse, è necessario lasciare che l’impianto si riposi per circa 5 mesi,in modo che le cellule dell’osso abbiano la capacità di legarsi perfettamente alla radice in titanio senza provocare situazioni future di mobilità del dente.

Al termine di questo periodo potremo innestare il dente nuovo in quanto la sua base si andrà a posizionare all’ interno dell’impianto e quindi nella nuova radice. Un impianto dura circa 15 anni . L’inserimento di impianti può essere costoso(intorno ai 2000 euro a dente).

L’inserimento di un impianto richiede un intervento chirurgico, che è sempre associato a un certo rischio di complicazioni. Inoltre, in caso di carente igiene orale, gli impianti sono soggetti a infezioni proprio come i denti naturali.

Altre informazioni sulle dentiere e protesi:

3 Comments

dentinnovation.itgennaio 29, 2010 at 9:46 pm

salve volevo segnalare che sono un portatore di protesi totale voleva chiedere se e normale che la parte superiore non riesca a stare ferma preciso che e stata rifatta dopo molte modifiche anche la nuova presenta lo stesso problema l’ultima prova risale a 5 giorni fa mi anno fatto la ribbasatura con resina morbida solo che il problema non e ancora risolto mi sapete dire cosa posso fare? grazie

dentinnovation.itgennaio 29, 2010 at 9:46 pm

Caro Francesco non è facile darti una risposta. La protesi mobile anche se ben fatta e bilanciata risente molto della tua configurazione ossea, mucosa e dal tipo di saliva.
Ricorda che non si può mordere nulla con i denti anteriori, mai. La protesi superiore infatti resta in sede in virtù di un effetto ventosa che si crea a livello del palato. Perciò ogni evento che tende a far sollevare posteriormente la protesi, come per esempio addentare una mela, fa inevitabilmente entrare aria e portando al fallimento dell’effetto ventosa.
Se invece la protesi non rimane ferma a causa di motivi anatomici (capita spesso in chi ha poco osso alveolare residuo, o chi ha scarsa produzione di saliva, o chi ha un palato tendenzialmente piatto e poco profondo) a quel punto bisognerà pensare ad una soluzione diversa.
Le possibilità sono molte e anche in termini economici sicuramente si potrà trovare il giusto compromesso, almeno questo te lo auguro.
Sperando di esserti stato d’aiuto ti saluto e ti faccio i miei auguri per la risoluzione del tuo problema.

dott.Michele Bruttomesso – odontoiatra

dentinnovation.itgennaio 29, 2010 at 9:46 pm

buongiorno, una mia parente ha appena rifatto la protesi dentaria totale e ha notato che lavandola con acqua calda spazzolino e dentifricio il colore rosa della protesi viene via, tanto è vero che la parte rosa che deve aderire alla gengiva sta diventando trasparente e si può ormai vedere il bianco dei denti costruiti al di sotto. il materiale che si scioglie e viene via potrebbe essere tossico credo. mi sapete spiegare il perchè di questo fenomeno?

You must be logged in to post a comment